[Milano] Eron alla Galleria Patricia Armocida

#present #past #sentiment #dust: è questo il titolo originale con cui la Galleria Patricia Armocida presenta – fino al 5 novembre – un’interessante personale di Eron.

Artista romagnolo classe ’73, Eron –pseudonimo di Davide Salvadei- inizia a disegnare per le strade a quindici anni fino ad affermarsi come uno dei maggiori esponenti di arte urbana dei nostri tempi (tanto da essere citato perfino nella Treccani). Dopo aver deciso di proseguire gli studi alla Scuola d’Arte di Urbino, riesce a fondere i due stili in una pratica artistica altamente figurativa che lo distingue da altri street artists suoi coetanei e farlo emergere a livello internazionale.

Al di là delle caratteristiche tecniche, come l’utilizzo delicato dello spray che fa sembrare la vernice un materiale pittorico usuale, trovo interessante la scelta di passare da opere di grandi dimensioni a opere che possono essere esposte in una galleria. Avendo avuto modo in passato di seguire e conoscere alcuni street artists milanesi, posso dire con certezza che cambiare scala non è mai semplice né immediato. Soprattutto creare delle opere che hanno una destinazione d’uso così differente da quella per la quale si è iniziato a creare può comportare dei problemi nella ridefinizione della propria poetica.

Eron, invece, prosegue per la sua strada, riportando sulla tela e nelle sculture/installazioni quella dimensione ovattata tipica dei suoi pezzi. Nella mostra #present #past #sentiment #dust è possibile osservare una serie di tele realizzate con lo spray, estremamente delicate, ma anche delle installazioni che si rifanno a uno dei temi fondamentali della produzione dell’artista: la pareidolia. Pareidolia è quella tendenza che abbiamo a riconoscere forme note nelle immagini disordinate, quel vedere dei volti o delle figure nelle macchie di colore quotidiane. Puntando su questa caratteristica, le opere di Eron evocano figure storiche, forme e persone sconosciute attraverso la ripresa dell’effetto di muffa, umidità, ruggine e polvere su supporti a noi familiari (specchi, comodini, lettere…).

Una mostra diversa dal solito e difficile da metabolizzare subito, ma sicuramente che vale la pena di essere vista anche solo per conoscere meglio l’operato di Eron e discostarsi dall’arte che viene venduta tradizionalmente nelle gallerie.

Galleria Patricia Armocida
Via Filippo Argelati 24, Milano
Fino al 5 novembre

img_20160913_195443

img_20160913_195555

img_20160913_195609

img_20160913_200033

img_20160913_200121

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...